Mandala il Significato dei Disegni

Il termine “mandala” deriva dal sanscrito è significa “oggetto rotondo” o “cerchio” e spesso si associa a quei disegni circolari che hanno colori, forme e motivi ripetuti che si irradiano dal centro.

I mandala possono essere precisi, accuratamente misurati, geometrici e perfettamente simmetrici, o in contrasto, fluidi, organici e asimmetrici. Vengono spesso disegnati in cerchi ma possono anche essere rappresentati in quadrati. Sono dei diagrammi simbolici utilizzati nell’esecuzione di riti sacri e come strumenti di meditazione .

Il mandala è fondamentalmente una rappresentazione dell’universo , un’area consacrata che funge da ricettacolo per gli dei e da punto di raccolta delle forze universali. L’uomo (il microcosmo), “entrando” mentalmente nel mandala e “procedendo” verso il suo centro, è guidato per analogia attraverso i processi cosmici di disintegrazione e reintegrazione.

disegni-mandala

disegni-mandala

Cosa sono i Mandala

sono dei dispositivi geometrici sacri comunemente utilizzati nella pratica religiosa dell’induismo e del buddismo tibetano , che servono a diversi scopi religiosi tra cui la creazione di uno spazio sacro e come aiuto alla meditazione e l’induzione della trance.

Mandala è diventato un termine generico per qualsiasi piano, grafico o schema geometrico che rappresenti il ​​cosmo metafisicamente o simbolicamente, un microcosmo dell’Universo dal punto di vista umano. La sua natura simbolica può aiutare ad “accedere a livelli progressivamente più profondi dell’inconscio, aiutando infine il meditatore a sperimentare un senso mistico di unità  da cui sorge il cosmo in tutte le sue molteplici forme“.

Esistono molti diversi tipi di mandala che variano in base alla tradizione religiosa, all’uso rituale e allo scopo previsto. I mandala tibetani sono disponibili in una varietà di forme, a grandi linee, ci sono due tipi fondamentali di mandala:

1) Garbha-dhatu (sanscrito: “mondo dell’utero”; giapponese: taizo-kai), in cui il movimento è dall’uno ai molti
2) Vajra-dhatu (sanscrito: “mondo dei diamanti”; kongo-kai giapponese), dai molti in uno.

Mandala significato

Lo psicoanalista Carl Jung vedeva il mandala come “una rappresentazione del sé inconscio”, e credeva che i mandala gli permettessero di identificare i disturbi emotivi e di lavorare verso l’integrità della personalità.  Lo stesso Jung pubblicato studi su disegni simili a mandala eseguiti dai suoi pazienti. A suo avviso, la produzione spontanea di un mandala è una fase del processo di individuazione – un concetto centrale nella teoria psicologica di Jung – e rappresenta un tentativo del sé cosciente di integrare materiale fino a quel momento inconscio.

Nella pratica quotidiana di Jung di creare mandala, ha scoperto che le forme, i colori e i simboli riflettevano il suo benessere mentale, emotivo e spirituale nel momento in cui li realizzava.

Ha notato come i suoi disegni di mandala cambiavano al cambiare dei suoi stati mentali ed emotivi . Riflettendo su questi disegni Jung ha concluso che i nostri sé subconsci e consci cercano sempre l’equilibrio. Nel lavoro di Jung con i suoi clienti, faceva disegnare loro dei mandala. Ha osservato che attraverso la creazione di mandala, aiutava a lenire i pazienti che sperimentavano stati psicologici caotici. Jung ha anche identificato modelli e archetipi universali che si ripresentavano nei mandala suoi e dei suoi pazienti.

Come Creare Mandala

Quando si creano mandala per il divertimento e la riflessione personali, non ci sono regole. Si possono disegnare motivi simmetrici o riempire il cerchio con forme e colori in qualsiasi modo. Spetta interamente alla persona che disegna il mandala decidere.

I mandala possono essere dipinti su carta o stoffa, disegnati su un terreno accuratamente preparato con fili bianchi e colorati o con polveri di riso (come per le cerimonie di iniziazione tantriche buddiste), modellati in bronzo, o costruiti in pietra.

Su internet, su QUESTO SITO è possibile realizzare dei Mandala su pattern predefiniti, fare il download o stamparli direttamente. Anche quest’altro sito è ottimo per creare forme simmetriche e MANDALA.

Disegnare cerchi ci riporta al nostro centro. Il cerchio è ovunque in natura: porta stabilità a una situazione o mente instabile. Una volta ripristinato l’equilibrio, la mente e il corpo possono ricominciare a funzionare correttamente. Ripristinando così lo scopo e gli obiettivi che si hanno o trovandone di nuovi in ​​un momento di incertezza.

Mandala Tibetani 

Le cinque direzioni e i cinque colori ad esse associati forniscono una guida ai concetti di base dell’arte tibetana. Ogni direzione non ha solo un colore e un elemento ad esso associati, ma anche emozioni negative, un tipo di saggezza che può contrastare quell’emozione, un Buddha Dhyani (meditazione), un simbolo e un Bodhisattva.

  • EST: Iniziando dal basso a est è il modo in cui simbolicamente entriamo nel mandala. Il colore è bianco; l’elemento è l’acqua; l’emozione negativa è la rabbia; la saggezza che contrasta la rabbia è “Saggezza Trascendente simile a uno specchio”, il Buddha è Vairocana; il simbolo che tiene è la ruota; il Bodhisattva è Akashagarbha.
  • SUD: A sinistra è il sud. Il colore è giallo; l’elemento è la terra; l’emozione negativa è l’orgoglio; la saggezza per contrastare quella è la “Saggezza Trascendente dell’Equanimità”; il Buddha è Ratnasambhava; il suo simbolo è un gioiello; il Bodhisattva è Kshitigarbha.
  • OVEST: Nella parte superiore del mandala si trova l’ovest. Il colore è rosso; l’elemento è il fuoco; l’emozione negativa è l’avidità; la saggezza per contrastarla è la “Saggezza Trascendente della Discriminazione” che porta alla compassione; il Buddha è Amitabha; il simbolo è il loto; il Bodhisattva è Avalokiteshvara.
  • NORD: a destra del mandala c’è il nord. Il colore è verde; l’elemento è l’aria; l’emozione negativa è l’invidia; la saggezza per contrastarla è la “saggezza trascendente dell’azione che tutto realizza”; il Buddha è Amoghasiddhi; ci sono due simboli: il doppio vajra e la spada fiammeggiante; il Bodhisattva è Sarvanivarana Vishkhambhin.
  • CENTRO: Al centro del mandala il colore è blu; l’elemento è etere; l’emozione negativa è l’ottusità o l’ignoranza; la saggezza è la “Saggezza Trascendente della Verità Assoluta”; il Buddha è Akshobhya; il simbolo è un vajra; il Bodhisattva è Vajrapani.
  • ZENITH: Sopra il mandala c’è lo zenit. Il colore è bianco come un diamante radioso da cui emanano tutti i colori; la saggezza è la “Saggezza Trascendente Cinque volte”; il Buddha è il Buddha primordiale o Adi Vajradhara; i suoi simboli sono la campana e il vajra, mostrati incrociati nel cuore; i Bodhisattva sono Manjushri e Maitreya.
  • NADIR: Alla profondità sotto il mandala c’è il nadir. La saggezza è anche la “Saggezza Cinque volte Trascendente”; il Buddha è l’Adi Buddha, Vajrasattva; i suoi simboli sono la campana e il vajra (la campana al fianco, il vajra al cuore); il Bodhisattva è Samantabhadra.

 

Mandala Benefici

Spesso i mandala sono usati per la meditazione. Alcune pratiche prevedono di tracciare le linee di un disegno mandala con gli occhi, creando un alto livello di concentrazione e senso di consapevolezza del momento presente. Simile alla tecnica di meditazione di fissare il blu della fiamma di una candela. Altre volte rappresentano preghiere o divinità. Come un mantra visivo, che offre tranquillità a chi sta meditando.

Questa calma e consapevolezza che i mandala possono creare è ciò da cui gli scienziati vogliono imparare. Ci sono molti studi che dimostrano i vantaggi dell’uso dei mandala per acquisire consapevolezza di sé, espressione di sé e persino risoluzione dei conflitti. Il modo in cui questi “riflessi del sé” (Carl Jung) ci aiutano a raggiungere una maggiore felicità è più semplice di quanto si possa pensare.

In diversi studi si è notato come il creare mandala offre questi benefici:

  • Rilassa il corpo e la mente
  • Coltiva la sensazione di felicità, pace interiore e benessere generale
  • Allevia stress, ansia, preoccupazione, sopraffazione, paura e depressione
  • Attiva la creatività e migliora la concentrazione
  • Migliora l’autostima e l’auto-accettazione
  • Favorisce un senso di connessione con se stessi e gli altri
  • Migliora il sonno
  • Riacquistare fiducia in se stessi

Possiamo anche colorare i Mandala, in vendita ci sono diversi album e libri con le figure da riempire e colorare.

I libri e le app da colorare Mandala hanno il potere curativo più efficace. La colorazione può ridurre i pensieri negativi e la spiacevolezza. Le speciali proprietà dei mandala sono efficaci nel ridurre l’ansia e lo stress. I cerchi sacri di un mandala hanno un potere curativo magico, che può avere un effetto di recupero.

Add Comment

5  +  3  =