Pianeta Venere Tutto quello che c’è da Sapere sui nostri Vicini

Venere è il secondo pianeta piú prossimo al sole, il primo è Mercurio, ed è quello piú vicino alla Terra. E’ anche il secondo oggetto naturale più luminoso nel cielo notturno dopo la Luna.

Venere può proiettare ombre e, raramente, è visibile ad occhio nudo in pieno giorno. Si trova all’interno dell’orbita terrestre , e quindi non sembra mai avventurarsi lontano dal Sole, o tramontando ad ovest subito dopo il crepuscolo o alzandosi ad est un po ‘prima dell’alba. Orbita attorno al Sole ogni 224,7 giorni terrestri .

Essendo uno degli oggetti più luminosi del cielo è conosciuto e studiato da sempre dalla cultura umana. È stato reso sacro agli dei di molte culture ed è stato una fonte d’ispirazione primaria per scrittori e poeti come stella del mattino e stella della sera . Venere fu il primo pianeta ad avere i suoi movimenti tracciati attraverso il cielo, già nel secondo millennio a.C.

Il pianeta è avvolto da uno strato opaco di nuvole altamente riflettenti di acido solforico che impediscono la sua vista dallo spazio . Potrebbero esserci stati degli oceani d’acqua in passato, ma questi si sarebbero vaporizzati con l’aumentare della temperatura a causa di un effetto serra . La superficie di Venere si presenta dunque come un paesaggio desertico secco intervallato da rocce simili a lastre e vulcani.

venere-foto-navicella

Data: 18 luglio 2016
Satellite: Venus Express
Copyright: ESA

Gran parte della superficie venusiana sembra essere stata modellata dall’attività vulcanica. Venere ha più vulcani della Terra, e ha 167 grandi vulcani che hanno oltre 100 km di diametro. L’unico complesso vulcanico di queste dimensioni sulla Terra è la Grande Isola delle Hawaii. Ciò non dipende dal fatto che  Venere è vulcanicamente piú attivo della Terra, ma perché la sua crosta è più antica. La crosta oceanica terrestre viene continuamente riciclata per subduzione ai confini delle placche tettoniche e ha un’età media di circa 100 milioni di anni , mentre la superficie venusiana è stimata tra i 300 e i 600 milioni di anni.

Diverse linee di evidenza indicano l’ attività vulcanica in corso su Venere. Durante il programma sovietico Venera , l’ orbita di Venera 9 ottenne prove spettroscopiche di fulmini su Venere, e la sonda di discesa Venera 12 ottenne ulteriori prove di fulmini e tuoni .

L’ Agenzia spaziale europea (ESA) ha lanciato Venus Express dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan il 9 novembre 2005. La navicella è arrivata su Venere l’11 aprile 2006 rilevando onde Whistler che confermano ulteriormente la presenza di fulmini su Venere.Una possibilità è che la cenere di un’eruzione vulcanica stia generando il fulmine.

Un altro elemento di prova proviene dalle misurazioni delle concentrazioni di biossido di zolfo nell’atmosfera, che sono diminuite di un fattore 10 tra il 1978 e il 1986, sono aumentate nel 2006 e sono nuovamente diminuite di 10 volte. Ciò può significare che i livelli sono stati aumentati più volte da grandi eruzioni vulcaniche.

Nel gennaio 2020, gli astronomi hanno riportato prove che suggeriscono che Venere è attualmente vulcanicamente attivo . 

Atlante dello spazio. Le mappe dell'universo e oltre

Prezzo: 42,75 €

7 Nuovo e usato disponibile da 42,75 €

La conquista dello spazio. L'entusiasmante avventura dell'uomo nell'universo

Prezzo: 23,65 €

14 Nuovo e usato disponibile da 23,65 €

Il mio primo atlante dello spazio. Ediz. illustrata

Prezzo: 12,25 €

7 Nuovo e usato disponibile da 12,25 €

Che temperatura si raggiunge su Venere

Venere è di gran lunga il pianeta più caldo del Sistema Solare, con una temperatura superficiale media di 462 ° C, anche se Mercurio è più vicino al Sole.

Da cosa è composto Venere

Venere è costituito da un nucleo di ferro centrale e un mantello roccioso, simile alla composizione della Terra. La sua atmosfera è costituita principalmente da anidride carbonica (96%) e azoto (3%), con piccole quantità di altri gas.

Di che colore è Venere?

I colori dei pianeti dipendono da ciò di cui sono fatti e di come le loro superfici e / o atmosfere riflettono e assorbono la luce solare. Venere è interamente ricoperto da una densa atmosfera di anidride carbonica e nuvole di acido solforico che le conferiscono un aspetto leggermente giallastro.

Quanto dura un giorno su Venere?

La durata di un giorno su un pianeta è il tempo impiegato dallo stesso per ruotare singolarmente sul suo asse. Venere ruota molto più lentamente della Terra, quindi un giorno su Venere è molto più lungo di quello sulla Terra. Un giorno su Venere dura 243 giorni terrestri o 5.832 ore. Un giorno sulla Terra è di 23, 943 ore. Venere ruota anche all’indietro rispetto alla Terra e alla maggior parte degli altri pianeti.

Quanto dista Venere dalla Terra?

Venere è il pianeta più vicino alla Terra. Si trova a circa 40 milioni di chilometri dal nostro pianeta. La sua distanza precisa dipende dalla posizione in cui sia Venere che la Terra si trovano nelle rispettive orbite.

orbita-venere

riprese di Venere da circa 100 Km di distanza dalla navicella Venus Express (fonte ESA)

Una navicella spaziale è mai atterrata su Venere?

Sì, diversi veicoli spaziali dell’ex Unione Sovietica sono sbarcati su Venere. Sono stati in grado di inviarci informazioni per un breve periodo perché la temperatura e la pressione estremamente elevate sulla superficie di Venere hanno sciolto e schiacciato i veicoli.

Il 15 dicembre 1970 un veicolo spaziale sovietico senza pilota, Venera 7, divenne la prima navicella ad atterrare su un altro pianeta. Ha misurato la temperatura dell’atmosfera su Venere. Nel 1972 Venera 8 raccolse i dati atmosferici e di superficie per 50 minuti dopo l’atterraggio.

Il 22 ottobre 1975, Venera 9 sbarcò sulla superficie di Venere. Prese la prima fotografia ravvicinata della superficie del pianeta. Tre giorni dopo Venera 10 sbarcò su Venere. Venera 10 ha fotografato la sua superficie e ha studiato le sue rocce. Nel dicembre 1978, Venera 11 e Venera 12 sbarcarono sul pianeta e restituirono ulteriori dati sull’atmosfera. Venera 12 ha inviato i dati per 110 minuti (il più lungo di tutta la serie) prima che gli effetti del calore e della pressione terminassero la sua missione. Nel marzo 1982 altri due veicoli spaziali sovietici sbarcarono su Venere, ovvero Venera 13 e Venera 14. Restituirono immagini e studiarono il suolo.

Potrebbe esistere una forma di vita su Venere?

La maggior parte degli astronomi ritiene che sarebbe impossibile la presenza di forme di vita . Venere è un posto molto ostile. È un pianeta molto secco senza prove della presenza acqua, la sua temperatura superficiale è abbastanza calda da sciogliere il piombo e la sua atmosfera è così fitta che la pressione dell’aria sulla sua superficie è oltre 90 volte quella sulla Terra. Anche l’astronave che è atterrata su Venere è sopravvissuta solo per circa un’ora prima di essere schiacciata e sciolta. Vi sono tuttavia alcuni scienziati che pensano che sia possibile che esista la vita tra le nuvole di Venere.

Perchè il pianeta si chiama Venere

I romani conoscevano sette oggetti luminosi nel cielo: il Sole, la Luna e i cinque pianeti più luminosi. Li hanno chiamati come i loro dei più importanti Dei. Venere, il pianeta più luminoso nel cielo notturno, prende il nome dalla dea romana dell’amore e della bellezza.

Perchè Venere è considerato il pianeta gemello della Terra

Venere è considerato talvolta il “gemello” della Terra perché hanno quasi le stesse dimensioni, la stessa massa e hanno una composizione molto simile (sono fatti dello stesso materiale). Sono anche pianeti vicini. Tuttavia Venere e Terra sono molto diversi. Venere ha un’atmosfera che è circa 100 volte più spessa di quella terrestre e ha temperature superficiali estremamente calde. Venere non ha vita o oceani acquatici come la Terra. Venere ruota anche all’indietro rispetto alla Terra e agli altri pianeti.



Add Comment