Schermo Pc Quale Comprare 4K Ultrawide

La tecnologia di uno schermo Pc è migliorata notevolmente negli ultimi anni ed in modo direttamente proporzionale al prezzo. Oggi è possibile acquistare un monitor per il Pc con poco, anche di notevoli dimensioni. Si è passati infatti dai 15 pollici dei vecchi monitor CRT ai 22, 24 e 27 di quelli attuali , senza parlare dei monitor 28 pollici e piú che vanno molto di moda.

Merito dei videogiochi, ma anche di applicazioni professionali per il montaggio video, il fotoritocco, i software CAD. Insomma vale la pena spendere qualche decina di euro in piú per acquistare un buon schermo Pc. Ma quali parametri dobbiamo controllare prima di procedere all’ acquisto? Quale è la differenza tra un buon monitor pc ed uno scarso? Cerchiamo di capirne di piú.

Dimensioni dello schermo

La prima decisione da prendere è quella relativa alle dimensioni dello schermo. Anche gli schermi da 24 pollici sono economici , quindi non ha senso andare sotto questa dimensione, a meno che abbiate problemi di spazio. Le dimensioni superiori dello schermo vi permettono anche di sfruttare un monitor per vedere un film stando un pochino piu’ distanti.

Il design del monitor è poco importante, anche se per qualcuno il colore, ad esempio un monitor pc bianco, può fare la differenza. In molti casi, la cornice circostante, una volta spessa, è stata rimossa a favore di un design ordinato, quasi senza cornice e la moderna tecnologia di retroilluminazione consente display molto più sottili e ordinati.

Il pannello dovrebbe essere regolato ad un’altezza confortevole, altezza occhi, il che significa che dovrà avere un supporto completamente regolabile.

schermo-pc

Schermo Ultrawide

16: 9 è il rapporto di formato più comune dei monitor (16 orizzontale, 9 verticale), ma ci sono anche monitor più ampi e monitor meno ampi. I monitor ultrawide sono piu’ schiacciati, hanno los tesso rapporto di quelli cinematografici, ovvero 21: 9 . Sono ottimi per i film e anche per i videogiochi.

 

Schermo Pc 4K e Ultra HD

I televisori 4K hanno un prezzo molto basso, se invece ci riferiamo ai modelli per PC il prezzo è un po’ alto è lo stesso è per gli Ultra HD . Se scegliete uno schermo PC 4K sappiate che la scheda video del computer deve essere in grado di supportarlo, altrimenti è inutile, a meno che non intendiate usarlo con una fonte esterna per vedere film, ad esempio un lettore bluray.  La risoluzione è di 3840×2160 pixel, che è quattro volte più di uno schermo Full HD 1920×1080.

Avere così tanti pixel significa che puoi vedere più dettagli e puoi guardare video 4K su Netflix, Amazon e YouTube. Se il tuo PC è all’altezza, puoi persino eseguire i tuoi giochi con questa risoluzione, il che rende la grafica molto nitida e realistica.

Tipi di pannello del monitor

Anche se stai cercando un monitor pc economico, le prestazioni del display sono importanti. Forse il più grande fattore decisivo qui sarà la tua scelta della tecnologia dei pannelli – e si riduce a pannelli a torsione nematica (TN) rispetto a tutto il resto.

Un pannello TN costa meno da realizzare e può produrre risultati decenti in termini di rapporto di contrasto e tempi di risposta superveloci, quelli bramati dai giocatori seri. Sono, tuttavia, delusi da angoli di visione limitati, il che significa che la luminosità e il colore dell’immagine possono sembrare spostati se non visualizzati direttamente. È probabile che qualsiasi movimento della tua testa lo renda evidente.

L’alternativa sono i pannelli (IPS) o di commutazione di linea aerea (PLS), che in genere offrono un’esperienza visiva di gran lunga superiore e sono più adatti per un uso generico. Uno schermo IPS / PLS è spesso preferito dagli editor di foto o video, poiché offrono una migliore precisione del colore.

Il livello di luminosità è un dato relativo che può essere ampiamente ignorato, a condizione che il risultato sia superiore a circa 200 candele per metro quadrato (cd / m2).

Monitor Pc Hdr

HDR, o High Dynamic Range, è un termine generico per una serie di standard progettati per espandere la gamma di colori e contrasto dei display video ben oltre ciò che l’hardware attuale può produrre. Nonostante ciò che potresti aver sentito durante la spinta a tutto campo verso 4K, la risoluzione è abbastanza in fondo alla lista quando si tratta di qualità dell’immagine. Oltre a circa 110 DPI in base alle attuali limitazioni di ridimensionamento dell’interfaccia utente di Windows, il numero di pixel inizia ad avere molta meno importanza di quello che fai con loro.

Cosa controllare in un monitor

Molto più importante è il rapporto di contrasto, la differenza tra le immagini più luminose e più scure che uno schermo può mostrare. Intorno a 500: 1 è il punto di partenza per l’imaging credibile, anche se dovresti fare attenzione ai marchi che promettono la terra con rapporti milioni: 1.

La gamma cromatica, la diffusione spettrale del colore riprodotto entro i nostri limiti percettivi, sta peggiorando nei display moderni, precipitando prima con l’introduzione dell’LCD per sostituire i set CRT a tubo di vetro. Quindi la gamma di colori si è ridotta di nuovo quando le tradizionali retroilluminazione CCFL sono state lanciate a favore della tecnologia LED bianca.

La piena copertura dello standard PC chiamato sRGB è un buon primo obiettivo per una gamma cromatica decente; Adobe RGB è una specifica più stimolante che si avvicina comunque alla vasta gamma di colori che l’occhio umano può apprezzare.

La precisione del colore nel frattempo riguarda la riproduzione della tonalità esatta come previsto, piuttosto che un’approssimazione approssimativa. La deviazione dalla vera fedeltà del colore è rappresentata da una figura Delta E, numeri inferiori migliori. Vicino o al di sotto di 1.0 è un buon risultato.

I tempi di risposta sono spesso indicati nelle specifiche del produttore, un’altra area per l’ottimizzazione del marchio, ma anche per i giocatori c’è poco bisogno di cercare cifre scarsamente basse come 1 o 2 millisecondi (ms). Il ritardo intrinseco dell’elettronica del monitor è in genere ben superiore a 10 ms, quindi il tempo aggiuntivo per i cristalli liquidi per completare la loro transizione quando si accendono / spengono è diventato irrilevante.

Il tempo di refresh è un parametro che per molti è considerato importante. uno dei maggiori punti di forza di molti monitor moderni è un’alta frequenza di aggiornamento. Spesso vedrai display commercializzati con un pannello di 120Hz o 144Hz.

La frequenza di aggiornamento è il numero di volte al secondo in cui un display aggiorna la sua immagine. Poiché il movimento viene visualizzato dalla differenza tra i frame, la frequenza di aggiornamento posiziona effettivamente un limite massimo sulla frequenza dei frame visibile. Detto questo, la frequenza di aggiornamento non è la stessa della frequenza dei fotogrammi. La frequenza di aggiornamento è un attributo del monitor, mentre la frequenza dei fotogrammi è un attributo delle informazioni che gli vengono inviate.

Se riesci a eseguire un gioco a 100 fotogrammi al secondo, potresti riscontrare un beneficio tangibile giocando su un monitor che può essere aggiornato tante volte al secondo. Ma se stai guardando un film con un classico 24 FPS (frame al secondo), un monitor con frequenza di aggiornamento più elevata non farà alcuna differenza.

91,49€
169,00
disponibile
59 nuovo da 91,49€
8 usato da 81,65€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
Spedizione gratuita
108,80€
219,00
disponibile
24 nuovo da 108,80€
12 usato da 88,19€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
159,90€
disponibile
5 nuovo da 143,00€
1 usato da 116,99€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
Spedizione gratuita
189,00€
219,00
disponibile
52 nuovo da 189,00€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
218,34€
499,00
disponibile
78 nuovo da 218,34€
2 usato da 206,19€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
249,99€
479,00
disponibile
14 nuovo da 249,99€
1 usato da 232,49€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
Spedizione gratuita
252,22€
417,00
disponibile
28 nuovo da 239,04€
11 usato da 210,08€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
Spedizione gratuita
298,28€
380,00
disponibile
37 nuovo da 279,00€
13 usato da 241,13€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it
Spedizione gratuita
215,00€
non disponibile
36 nuovo da 215,00€
4 usato da 223,19€
al 22 Novembre 2019 12:42
Amazon.it

ingressi

I monitor qui recensiti offrono almeno due ingressi e questo determinerà quale tipo di attrezzatura è possibile collegare al monitor. Alcuni hanno ancora il vecchio connettore VGA, che dovrebbe essere evitato se possibile, e invece cercano ingressi digitali, come DVI, HDMI e DisplayPort. Gli ultimi modelli offrono USB-C che può caricare un laptop contemporaneamente alla trasmissione di video al monitor.
Gli ingressi multipli ti consentono di collegare più di un dispositivo alla volta e passare da uno all’altro tramite i pulsanti di controllo del monitor: potresti voler collegare il tuo laptop e una console di gioco o un lettore Bluray senza dover scollegare i cavi ogni volta.

Il connettore più utile sui monitor è DisplayPort o HDMI, in quanto combinano le informazioni sull’immagine digitale con l’audio digitale, consentendo di collegare sia l’audio che la visione con un singolo cavo. DisplayPort sta diventando sempre più comune su Mac e PC Windows, anche se non è possibile trovare un tale connettore sull’apparecchiatura AV domestica. DisplayPort è anche la scelta migliore per i monitor 4K o quelli con alte frequenze di aggiornamento.

Il connettore DVI fornisce un ingresso video digitale di alta qualità, ma non trasporta l’audio. Alcuni monitor offrono “DVI dual-link”, basato su due flussi DVI in un connettore DVI. DVI rimane popolare tra i giocatori che credono che questo cavo di interfaccia digitale abbia meno latenza e quindi migliorerà i loro tempi di reazione.

Se hai un telefono o tablet Android, potresti voler cercare una porta HDMI con supporto MHL, ma questo è solo se vuoi specchiare lo schermo del tuo telefono sul monitor.

Add Comment