Mallassezia Cani come si Cura Definitivamente

La Malassezia, o meglio la dermatite da malassezia , è una patologia che affligge i cani e altri animali. Può causare un problema cutaneo primario o essere presente in modo secondario alla malattia di base. Poiché la sua presenza può imitare (e complicare) altre malattie come l’atopia e l’allergia alimentare, è importante sapere come riconoscere il micro organismo patogeno e, naturalmente, curarlo.

Che cos’è la Malassezia

il lievito zoofilo Malassezia pachydermatis (Pityrosporum) è un normale abitante, amante dei lipidi di cute canina e felina, che risiede nei canali auricolari, nelle sacche del retto / anale e nella vagina. Fu descritta per la prima volta come una malattia nell’uomo (dermatite seborroica) nel 1847 da Malassez.

LEGGI ANCHE: Test DNA CANE come conoscere la razza e gli incroci del vostro fido amico.

L’organismo diventa un problema a causa dell’eccessiva produzione di sebo (la Malassezia ama i lipidi), calore, umidità, batteri o infiammazione. L’allergia alla base o la malattia endocrina, cioè l’ipotiroidismo, possono predisporre all’infezione del lievito. Una maggiore crescita del lievito può verificarsi quando batteri si Staphylococcus  sono presenti. Nuovi studi indicano che il lievito è presente in quantità maggiori in atopici con uno stato di ipersensibilità al lievito possibile.

malassezia-orecchio-cane

Come si riconosce la Malassezia

la dermatite da Malassezia può colpire qualsiasi razza canine, a prescindere da sesso ed età, ci sono però alcune razze che sembrano essere più predisposte delle altre tra cui Shih Tzu, Lhasa Apso, Cocker Spaniel, Jack Russell Terrier, Barboncino, West Highland White Terrier, Shetland, Labrador Retriever, Chihuahua, Maltese, Basset Hound, Pastore tedesco, Bassotto, Springer Spaniel e Golden Retriever

Si riconosce la mallasezia dal prurito, il cane tende a “scrollarsi” frequentemente o a grattarsi, inoltre la identifichiamo dall’ odore, da una seborrea oleosa, desquamazione gialla o grigia, eritema e lichenificazione della pelle.

Le aree del corpo interessate comprendono le pieghe della pelle come il collo ventrale, le ascelle, l’inguine, la piega ombelicale, le unghie, il perineo, il muso e le orecchie. Alcuni pazienti canini avvertono un intenso prurito facciale / museruola fino al punto in cui i proprietari credono che il cane abbia un attacco. Altri pazienti canini con dermatite da lievito generalizzata sembrano depressi, migliorano le condizioni dopo il trattamento.

Cause

Alcuni rapporti indicano che il 50 percento delle volte, la dermatite da Malassezia nei cani può essere associata ad allergia di base. Le reazioni di ipersensibilità a Malassezia sono state documentate nell’uomo e c’è motivo di credere che ciò possa essere vero anche nei cani.

Comunemente la malassezia può essere contagiata da altri cani o comunque attraverso il fungo patogeno.

La mallassezia può contagiare gli essere umani?

Sì, i lieviti del genere Malassezia , parte della normale microflora cutanea di mammiferi, possono causare fungemia pericolosa per la vita e altre infezioni nosocomiali nell’uomo immunocompromessi, soprattutto nei neonati prematuri.

Mallassezia nei gatti

La dermatite / otite da Malassezia non sembra essere così comune nei gatti, ma sono stati riportati casi generalizzati. Il lievito è stato riconosciuto nell’acne felina e anche associato a un’otite esterna nera e cerosa. Malassezia generalizzata ricorrente nei gatti è stata associata a infezione da FIV.

Trattamento per la Malassezia

La terapia sistemica per la dermatite da Malassezia prevede antifungini come il ketoconazolo, l’itraconazolo o il fluconazolo. Il ketoconazolo (Nizoral) 2,5-5mg / kg per via orale per 2-4 settimane è il solito farmaco di scelta.

Alcuni pazienti potrebbero aver bisogno di una dose di mantenimento bassa per tenerli sotto controllo. I potenziali effetti collaterali includono anoressia, vomito, diarrea e letargia. Il ketoconazolo può abbassare i livelli di cortisolo in alcuni pazienti e può essere necessaria l’aggiunta di prednisone.

Gli antifungini possono anche essere teratogeni e abbassare i livelli di testosterone. Il ketoconazolo può elevare gli enzimi epatici , quindi è consigliabile monitorare i profili sierici nei pazienti canini e felini con ketoconazolo (e gli altri azoli) per più di due mesi. L’itraconazolo (Sporanox) viene somministrato per via orale a 5 mg / kg / die. È più costoso del ketoconazolo ma non tende a causare altrettanti effetti collaterali gastrointestinali. Può causare meno vomito nei gatti rispetto al ketoconazolo, tuttavia alcuni gatti hanno sviluppato epatotossicità. Il fluconazolo (Diflucan) è stato usato nei cani a 2,5-5 mg / kg / die per via orale.

In alcuni pazienti può essere consigliabile trattare inizialmente con antibatterici combinati con farmaci anti-lievito poiché il più delle volte le infezioni batteriche da stafilococco accompagnano la dermatite da Malassezia.

Add Comment