Chi sono gli Antenati dell’ uomo l’Evoluzione della specie Umana

Il processo attraverso il quale gli esseri umani si sono sviluppati sulla Terra è quello che si definisce “evoluzione umana“. Le prove scientifiche mostrano che i tratti fisici e comportamentali condivisi da tutte le persone presenti sul pianeta Terra hanno origine da antenati simili e si sono evoluti in un periodo di circa sei milioni di anni.

Gli antenati dell’ uomo sono i primati. Somiglianze fisiche e genetiche mostrano che la moderna specie umana , l’ Homo sapiens , ha una relazione molto stretta con un altro gruppo di specie di primati, le scimmie. Gli umani e le grandi scimmie dell’Africa – gli scimpanzé (compresi i bonobo, i cosiddetti “scimpanzé pigmei”) e i gorilla – condividono un antenato comune che visse tra 8 e 6 milioni di anni fa.

Gli umani si sono evoluti per la prima volta in Africa e gran parte dell’evoluzione umana si è verificata in quel continente. I fossili dei primi umani che vivevano tra i 6 e i 2 milioni di anni fa provengono interamente dall’Africa. La prova definitiva ci è arrivata con il famoso ritrovamento dello scheletro dell’ australopiteco Lucy rinvenuto nel 1974 in Etiopia. I ricercatori datano le ossa a 3.2 milioni di anni fa e grazie allo studio dei femori hanno concluso che Lucy era bipede.

evoluzione-umana

Perchè un primate diventò bipede per poi, nel corso dei milioni di anni, evolversi fino a diventare uomo non è chiaro. Probabilmente scese dagli alberi per cercare cibo e nel tempo iniziò a camminare su due piedi per facilità.

La maggior parte degli scienziati attualmente riconosce da 15 a 20 specie diverse di primi esseri umani. Gli scienziati non sono tutti d’accordo, tuttavia, su come queste specie siano correlate o quali semplicemente si siano estinte. Molte specie umane primitive – certamente la maggior parte di esse – non hanno lasciato discendenti viventi. Gli scienziati discutono anche su come identificare e classificare particolari specie di primi esseri umani e su quali fattori abbiano influenzato l’evoluzione e l’estinzione di ciascuna specie.

Uno dei primi tratti caratteristici umani, il bipedalismo – la capacità di camminare su due gambe – si è evoluto oltre 4 milioni di anni fa. Altre importanti caratteristiche umane – come un cervello ampio e complesso, la capacità di creare e usare strumenti e la capacità di linguaggio – si sono sviluppate più recentemente. Molti tratti avanzati – tra cui espressione simbolica complessa, arte ed elaborata diversità culturale – sono emersi principalmente negli ultimi 100.000 anni.

I primi esseri umani emigrarono per la prima volta dall’Africa verso l’Asia probabilmente tra 2 milioni e 1,8 milioni di anni fa. Sono entrati in Europa un po ‘più tardi, tra 1,5 milioni e 1 milione di anni. Le specie di umani moderni hanno poi popolato altre parti del mondo molto più tardi. Ad esempio, le persone sono arrivate per la prima volta in Australia probabilmente negli ultimi 60.000 anni e nelle Americhe negli ultimi 30.000 anni circa. Gli inizi dell’agricoltura e l’ascesa delle prime civiltà avvennero negli ultimi 12.000 anni.

L’Homo sapiens , una specie di “animale” bipede eretto che vive sul pianeta Terra molto probabilmente si è evoluta per la prima volta in Africa circa 315.000 anni fa.

Cronologia evoluzione dell’ uomo

  • 8 – 6 Milioni di anni fa: I primi gorilla si evolvono. Più tardi, gli scimpanzé e i lignaggi umani divergono
  • 5.8 Milioni di anni fa: Orrorin tugenensis , il più antico antenato umano si penda possa aver già camminato su due gambe
  • 5.5 Milioni di anni fa : Ardipithecus, il primo “proto-umano” condivide i tratti con scimpanzé e gorilla, dimora nella foresta
  • 4 Milioni di anni fa: compaiono gli Australopitechi. Hanno un cervello non più grande di quello di uno scimpanzé – con un volume di circa 400 – 500 cm 3 -, ma camminano in posizione verticale su due gambe. Primi antenati umani a vivere nella savana.
  • 3.2 Milioni di anni fa: ritrovamento dello scheletro di Lucy, famoso esemplare di Australopithecus afarensis , ad Hadar, in Etiopia
  • 2.5 Milioni di anni fa: Appare l’ Homo habilis . La sua faccia sporge meno degli ominidi precedenti, ma conserva ancora molte caratteristiche della scimmia. Ha un volume del cervello di circa 600 cm 3 Gli ominidi iniziano a usare regolarmente gli strumenti di pietra, creati dividendo i ciottoli: questo dà inizio alla tradizione Oldowan di produzione di utensili, che dura un milione di anni. Alcuni ominidi sviluppano diete ricche di carne come spazzini, l’energia extra potrebbe aver favorito l’evoluzione di cervelli più grandi
  • 2 Milioni di anni fa : arriva l’ Homo ergaster , con un volume cerebrale fino a 850 cm 3 , in Africa
  • 1,8 – 1,5 Milioni di anni fa:  L’Homo erectus si trova in Asia. Il primo vero antenato cacciatore-raccoglitore e anche il primo ad essere emigrato dall’Africa in gran numero. Raggiunge una dimensione del cervello di circa 1000 cm 3
  • 1.6 Milioni di anni fa:  Possibile primo uso sporadico del fuoco suggerito da sedimenti scoloriti a Koobi Fora, in Kenya. Prove più convincenti di legno carbonizzato e strumenti di pietra si trovano in Israele e risalgono a 780.000 anni fa. Strumenti di pietra acheuleana più complessi iniziano a essere prodotti e sono la tecnologia dominante fino a 100.000 anni fa.
  • 600.000 Anni fa : Homo Heidelbergensis vive in Africa e in Europa. Capacità cerebrale simile agli umani moderni
  • 500.000 Anni fa : Le prime prove di rifugi appositamente costruiti – capanne di legno – sono note da siti vicino a Chichibu, in Giappone3
  • 400.000 Anni fa: I primi umani iniziano a cacciare con le lance
  • 325.000 Anni fa: Le prime impronte umane più antiche sopravvissute sono lasciate da tre persone che si sono arrampicate lungo le pendici di un vulcano in Italia
  • 280.000 Anni fa Prime lame di pietra complesse e mole
  • 230.000 Anni fa I Neanderthal appaiono e si trovano in tutta Europa, dalla Gran Bretagna a ovest all’Iran a est, fino a quando non si estinguono con l’avvento degli umani moderni 28.000 anni fa
  • 195.000 Anni fa : La nostra specie Homo sapiens appare sulla scena – e poco dopo inizia a migrare in Asia ed Europa. I più antichi resti umani moderni sono due teschi trovati in Etiopia che risalgono a questo periodo. Il volume medio del cervello umano è di 1350 cm 3
  • 170.000 Anni fa : La mitocondriale Eva, l’antenata diretta di tutte le persone viventi oggi, potrebbe aver vissuto in Africa
  • 150.000 Anni fa : Gli esseri umani sono probabilmente in grado di parlare. I gioielli con conchiglia di 100.000 anni suggeriscono che le persone sviluppano discorsi e simbolismi complessi
  • 140.000 Anni fa : Prime prove del commercio a distanza
  • 110.000 Anni fa : Prime perle – realizzate con gusci di struzzo – e gioielli
  • 50.000 Anni fa : “Grande balzo in avanti”: la cultura umana inizia a cambiare molto più rapidamente di prima; le persone iniziano a seppellire ritualmente i loro morti; creare abiti da pelli di animali; e sviluppare tecniche di caccia complesse, come le trappole. Colonizzazione dell’Australia da parte di esseri umani moderni.
  • 33.000 Anni fa : La più antica arte rupestre. Più tardi, gli artigiani dell’Età della Pietra creano gli spettacolari murali di Lascaux e Chauvet in Francia. L’Homo erectus muore in Asia, sostituito dall’uomo moderno
  • 18.000 anni fa: Homo Floresiensis , popolo dello “Hobbit”, trovato sull’isola indonesiana di Flores. Sono alti poco più di 1 metro e hanno cervelli di dimensioni simili agli scimpanzé, ma hanno avanzati strumenti di pietra
  • 12.000 Anni fa : Le persone moderne raggiungono le Americhe
  • 10.000 Anni fa: L’agricoltura si sviluppa e si diffonde. Primi villaggi. Possibile addomesticamento dei cani
  • 5.500 Anni fa: l’età della pietra finisce e inizia l’età del bronzo. Gli umani iniziano a fondere e lavorare rame e stagno, e li usano al posto degli attrezzi di pietra
  • 5.000 Anni fa: La prima scrittura conosciuta
  • Dal 4.000 al 3.500 a.C.: I Sumeri della Mesopotamia sviluppano la prima civiltà del mondo

Add Comment